TESTIMONI DI VITA, DONATORI PER SCELTA

Il Coordinamento dei Giovani Donatori di sangue della FIDAS Valle d’Aosta rappresentato da Anna Mele, invita tutti a partecipare sabato 20 aprile 2024 presso la sala “Paola Cattelino” del CSV in Via Xavier de Maistre 19 ad Aosta alla Giornata delle Testimonianze denominata “Testimoni di vita, donatori per scelta”.

La mattinata sarà divisa in due momenti: dalle ore 10 alle ore 11:20 ci sarà un primo incontro riservato esclusivamente agli studenti delle classi IV del Liceo Scientifico “E. Berard” di Aosta, accompagnati dalla referente Fidas Scuola professoressa Paola Negretto. Successivamente ci sarà un secondo turno, aperto al pubblico dalle ore 11:30 fino alle ore 13:30. Le modalità di iscrizione si possono trovare sul profilo IG: giovanifidasvda cliccando sul link in bio oppure scansionando dalla grafica il QR Code. L’obiettivo è quello di avvicinare i giovani (dai 18 ai 30 anni) e diciamo giovani ma non più così giovani:) (over 30) nel realizzare un esperimento sociale sull’importanza della promozione e diffusione della cultura del dono del sangue e degli organi. Partner della Giornata delle Testimonianze è l’Associazione A.I.A.C.E. Associazione Italiana Amici del Cinema d’Essai presieduta da Alessia Gasparella che attraverso il coinvolgimento dei Giovani AIACE rappresentati da Chiara Zoja realizzeranno delle videoclip che saranno successivamente pubblicate sui profili social delle rispettive Associazioni. L’iniziativa moderata da Giuseppe Grassi presidente regionale dei donatori di sangue della Fidas Valle d’Aosta si baserà sull’ascolto e sul confronto con testimoni pazienti/ex-pazienti/donatori di sangue. Interverranno David Mannarino paziente talassemico, Elisa Charrier trapiantata di cuore, Gabriele Pesce ex paziente oncoematologico, Marina Massone trapiantata di midollo osseo e Rossana Olzer paziente affetta da fibrosi cistica e presidentessa della Lega Italiana Fibrosi Cistica della Valle d’Aosta. Parteciperanno Roberta Antonia Maida Coordinatrice nazionale Fidas Giovani, Ileana Armando Vice-Coordinatrice nord-ovest Fidas Giovani nazionale, Ines Talento Vice-Coordinatrice centro-sud e isole Fidas Giovani nazionale e Gaia Andrea Galanti Segretaria nazionale del Coordinamento Giovani Fidas.

A tutti è richiesta la compilazione obbligatoria della liberatoria sul consenso informato in materia di privacy, diversamente in caso di minorenne dovrà essere firmato da un genitore/tutore. La Giornata si concluderà con la Cena con Delitto ad Aosta alle ore 20 presso il Tourlé Pizza&Grill in via Xavier de Maistre 8. Il costo è di 30 euro a persona comprensivo di pizza, dolce, bere e gioco. Affrettatevi a prenotarvi dal profilo IG: giovanifidasvda cliccando sul link in bio oppure scansionando il QR Code.

Per una scelta green tutto il materiale relativo all’evento sarà pubblicato solo ed esclusivamente sulle nostre piattaforme. Per scegliere di diventare donatore di sangue della FIDAS Valle d’Aosta puoi consultare il sito www.fidasvda.it o chiamando il numero 347 3945767.

È MEGLIO UN DONO GRANDE O UN GRANDE DONO?

Nel pomeriggio di sabato 16 marzo 2024 dalle ore 15 fino alle ore 19, i Donatori di sangue della Fidas Valle d’Aosta, unitamente al Coordinamento regionale dei Giovani Fidas, saranno presenti nella Farmacia Comunale 1 di Corso Battaglione Aosta 57 per promuovere e diffondere la cultura del dono del sangue🩸e del plasma💛.

Siamo molto contenti e salutiamo con grande soddisfazione questa occasione di promozione del dono del sangue resa possibile grazie alla disponibilità dell’APS e all’accoglienza di tutto il personale in servizio presso la Farmacia Comunale 1 di Aosta coordinati dalla Direttrice dottoressa Nicoletta Alberto.

Per questa iniziativa NON viene effettuata nessuna raccolta fondi.

XVII^ CAMPAGNA REGIONALE FIDAS PER LA PROMOZIONE DEL DONO DEL SANGUE E PLASMA 2024

Mercoledì 28 Febbraio 2024 presso l’Auditorium dell’Istituto “Innocenzo Manzetti” di Aosta, i donatori volontari di sangue della FIDAS Valle d’Aosta hanno presentato la XVII Campagna Regionale di promozione e diffusione della cultura del dono di sangue e plasma denominata “Noi di FIDAS doniamo sangue e plasma”.

L’evento è stato moderato da Sara Colombini, giornalista pubblicista, e da Giuseppe Grassi, presidente valdostano dei donatori di sangue FIDAS, e ha visto gli interventi dell’assessore alla sanità Carlo Marzi, del sindaco di Aosta Gianni Muti, del direttore del Servizio di Immunoematologia e medicina Trasfusionale dell’USL VdA Pierluigi Berti, della responsabile di progetto 5000 Genomi Manuela Vecchi, della presidente dell’Ordine professionale degli Infermieri della Valle d’Aosta Paola Ascolese, del presidente del CSV Claudio Latino e della presidente di AIACE Alessia Gasparella.

“La presentazione della XVII campagna regionale FIDAS” – dice Giuseppe Grassi presidente regionale FIDAS – “è stata l’occasione per rivolgere un sentimento di gratitudine a tutte le donatrici e i donatori valdostani che hanno scelto di aderire alla nostra associazione e di tracciare un bilancio dell’attività FIDAS fin qui svolta in Valle d’Aosta: dal 1° gennaio 2007 (data di nascita dell’associazione) al 31 dicembre 2023, FIDAS Valle d’Aosta conta 11.890 donazioni effettuate. Il 2023 si conclude con 830 unità raccolte, di queste 610 di sangue intero e 220 di plasmaferesi. Il complessivo dei nuovi iscritti nell’anno 2023 è di 168 valdostani (84 donne e 84 maschi) e di questi 72 risultano essere nuovi donatori. 40 sono i maschi e 32 le femmine in un’età compresa tra i 30 e i 52 anni; 20 sono i giovani, compresi in una fascia d’età tra i 18 e i 30 anni (11 maschi e 9 femmine). Complessivamente la famiglia dei donatori di sangue della FIDAS Valle d’Aosta conta 453 donatori e donatrici attivi. Dati che sottolineano il grande impegno di tempo e la dedizione gratuita al servizio del dono del sangue”

Nell’occasione è stato siglato un protocollo d’intesa tra i donatori di sangue della FIDAS e AIACE Valle d’Aosta, organizzazione di volontariato di cinefili, accordo nato con l’obiettivo di unire le forze e pianificare insieme rassegne, eventi, proiezioni, festival e workshop al fine di diffondere la cultura cinematografica e la promozione del dono del sangue.

Requisiti per donare sangue: aver compiuto 18 anni, (i maschi possono donare fino a 65 anni, le donne fino a 60) peso pari o superiore a 50 kg., pressione arteriosa nella norma, nessun comportamento a rischio e buono stato di salute.

In Valle d’Aosta si dona presso il Servizio di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale dell’Ospedale Regionale “Umberto Parini” sito in Viale Ginevra o nella struttura distaccata di Donnas.

Per diventare donatore di sangue della FIDAS Valle d’Aosta puoi aderire scaricando il QR CODE, dal sito internet www.fidasvda.it o attraverso WhathApp 338/7925709, oppure da Facebook – Instagram – Twitter – LinkedIn –

XVI^ CAMPAGNA REGIONALE DI PROMOZIONE DELLA CULTURA DEL DONO DEL SANGUE FIDAS 2023

Lunedì 23 Gennaio 2023 alle ore 17:30 presso la Sala Hôtel des Etats del Comune di Aosta prende il via la XVI campagna valdostana dei donatori di sangue della FIDAS.

“Un’importante iniziativa attraverso la quale” – dice Giuseppe Grassi presidente regionale FIDAS – “vogliamo coinvolgere tutti i cittadini, senza distinzione di razza, di sesso, di colore della pelle, di lingua, di indirizzo culturale, religioso e politico ed invitarli a diventare responsabili e periodici donatori di sangue. Donare sangue è un gesto di libertà, di partecipazione, abbatte le barriere e unisce la comunità nella quale viviamo e lavoriamo – La donazione del sangue è prossimità, responsabilità, vita: fai come noi diventa donatore di sangue”

L’iniziativa gode del patrocinio del Comune di Aosta, i lavori saranno moderati da Sara Scandariato vice coordinatrice valdostana dei Giovani FIDAS e vede gli interventi di Gianni Nuti Sindaco di Aosta, Pierluigi Berti Direttore del Servizio di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale dell’Azienda USL della Valle d’Aosta, Paola Ascolese Presidentessa dell’OPI Ordine Professionale degli Infermieri di Aosta, Manuela Vecchi Ricercatrice senior e Responsabile dell’unità di genomica medica e Giuseppe Grassi Presidente valdostano dei Donatori di sangue della FIDAS Valle d’Aosta.

“Salutiamo il nuovo anno invitando tutte le valdostane e i valdostani che ancora non lo fossero a diventare periodici e volontari donatori di sangue. Proponiamo una occasione inclusiva che mira a scuotere le coscienze e farsi carico delle speranze di vita di pazienti e trapiantati. Con questa iniziativa, – continua Giuseppe Grassi, rinnoviamo forte la nostra mission al servizio della comunità valdostana, a favore dell’autosufficienza nazionale e al consolidamento dell’autosufficienza regionale di unità di sangue ed emocomponenti. Pertanto, sollecitiamo chiunque ma in particolare rivolgiamo questo appello alle famiglie e ai giovani valdostani, affinché attraverso una responsabile consapevolezza, indirizzino i figli all’adozione di stili di vita e di condotte virtuose rispettose della propria e altrui vita. Il sangue va esclusivamente donato, non può essere al momento riprodotto in altro modo, è un gesto anonimo e gratuito che offre speranza di vita a tanti pazienti oncologici, pluri traumatizzati, emofiliaci, talassemici, trapiantati e tanti altri che sperano nella sensibilità di chi, in buona salute, doni sangue per l’altrui vita”.

Requisiti per donare sangue: aver compiuto 18 anni, (i maschi possono donare fino a 65 anni, le donne fino a 60) peso pari o superiore a 50 kg., pressione arteriosa nella norma, nessun comportamento a rischio e buono stato di salute.

In Valle d’Aosta si dona presso il Servizio di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale dell’Ospedale Regionale “Umberto Parini” sito in Viale Ginevra o nella struttura distaccata di Donnas.

Chiudiamo il 2022 con una FIDAS valdostana solida, presente e articolata sul territorio regionale presieduta da Giuseppe Grassi, con la 67^ federata FIDAS “San Michele Arcangelo” guidata da Alessandra Fabi, con il nutrito gruppo dei donatori FIDAS “Antonio Santoro“della Polizia Penitenziaria di Brissogne guidato da Nicola Scafuro, con l’Associazione donatori Volontari sangue “Silvy Parlato” presieduta da Carla Buzzelli e dal numeroso e effervescente Coordinamento dei Giovani Fidas guidato da Anna Mele.

Registriamo una situazione trasfusionale la migliore di sempre dalla costituzione della Fidas in Valle d’Aosta ad oggi: al 31 dicembre scorso abbiamo tesserato 51 nuovi donatori FIDAS ed effettuato 652 donazioni di sangue intero e 199 di plasmaferesi per un totale di 851 donazioni effettuate.

Il dato del Sistema Emonet attesta la FIDAS ad una percentuale regionale del 13,98. In quindici anni, dal 2007 al 31 dicembre 2022 sono state effettuate 11.060 donazioni tra sangue intero e plasmaferesi. Contiamo una presenza giovane, di un’età compresa tra i 18 e i 30 anni, in netto aumento, così come è in aumento la presenza delle donne e di donatori provenienti da altre culture ed etnie.

Anche i volontari che si avvicinano a FIDAS sono in crescita e lo testimoniano le numerose presenze registrate in occasione delle iniziative intraprese, un dato che esalta la partecipazione principalmente di giovani che donano tempo al volontariato e all’associazionismo. Siamo quindi ampiamente soddisfatti di questo quadro, e con piacere censiamo ancora una volta numeri che confermano come la presenza FIDAS in Valle d’Aosta è diventata sempre di più un valore aggiunto che pian pianino si è trasformato in un serio impegno civico di prossimità al servizio della comunità valdostana.

Per questa iniziativa NON saranno stampate locandine e manifesti per una scelta di risparmio economico e di rispetto dell’ambiente.

Per diventare donatore di sangue della FIDAS Valle d’Aosta puoi aderire scaricando il QR CODE, dal sito internet www.fidasvda.it o attraverso WhathApp 338/7925709, oppure da Facebook – Instagram – Twitter – LinkedIn –

UN QR CODE PER DIVENTARE DONATORE DI SANGUE

Il Coordinamento regionale dei Giovani Donatori di sangue della Fidas della Valle d’Aosta ha portato a termine un importante progetto grafico e interattivo di promozione e diffusione della cultura del dono del sangue.

Trattasi di un particolare lavoro diventato un manifesto colorato, accattivante e simpatico, rivolto ad un pubblico giovane, contenente frasi e considerazioni dei Donatori Fidas.   L’obiettivo principale”, afferma Anna Mele coordinatrice regionale dei Donatori di sangue della FIDAS valdostana, “ è quello di trasmettere esempi positivi, motivare e coinvolgere quanti ancora non siano donatori. Tutto è nato dalla considerazione che in una società sempre più “social” un collegamento diretto, quale il Qr Code, permette di accedere alla piattaforma “Google Moduli” attraverso la quale è possibile iscriversi alla Fidas Valle d’Aosta. L’idea di Aurora Callà e Sara Scandariato, con la collaborazione di Denise Chabod, Eleonora Bisoglio, Federica Palmas e Giorgia Prete, è da considerarsi un messaggio promozionale forte ed incisivo rivolto principalmente ai giovani di età compresa tra i 18 e i 30 anni affinché diventino periodici e responsabili donatori di sangue. Una proposta nuova e unica nel panorama associativo trasfusionale valdostano che darà la possibilità a tanti con un semplice clic di conoscere il mondo della donazione di sangue e diventare speranza per i numerosi pazienti e trapiantati”.

La presentazione del manifesto dà il via alla campagna di fidelizzazione dei Giovani Fidas della Valle d’Aosta avente il proposito di coinvolgere gruppi giovanili, studenti, sportivi ed appartenenti ad altre associazioni, affinché si crei una rete di solidarietà e impegno civico.

Da lunedì 14 novembre 2022, grazie alla disponibilità del Direttore Dott. Pierluigi Berti, il manifesto sarà esposto all’interno del Servizio di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale all’Ospedale Regionale Umberto Parini con una piccola cerimonia di posa, alla quale parteciperà una delegazione del Coordinamento Giovani Fidas Vda.

Partecipa anche Tu al Gruppo Fidas Giovani VdA e contattaci al numero 3473945767 oppure scrivici su giovanifidasvda@gmail.com o su IG @giovanifidasvda.

Coordinatrice Giovani Donatori sangue Fidas Valle d’Aosta

Anna MELE

 

 

Metti in sella il dono

Alessandro Delfino, giovane donatore di sangue FIDAS è il responsabile del nascente Gruppo Ciclistico amatoriale dei Donatori di sangue della FIDAS valdostana denominato “Metti In sella il dono del sangue”.  Il gruppo pratica esclusivamente attività sportiva cicloturistica amatoriale” – afferma Giuseppe Grassi presidente regionale dei Donatori di sangue Fidas –  non ha scopo di lucro, ha l’obiettivo di promuovere stili di vita adeguati e diffondere la cultura del dono del sangue e dei suoi componenti. Favorisce l’aggregazione ed il coinvolgimento attivo dei volontari, aspiranti e donatori di sangue, impegnandosi nella programmazione di giri in bici accessibili a tutti, incoraggiando la pratica sportiva con passeggiate ed escursioni in sella alla propria bicicletta alla scoperta del bellissimo territorio valdostano”. Con questa iniziativa, approvata all’unanimità il 5 ottobre scorso in occasione del Direttivo Congiunto della Fidas Valle d’Aosta, prende forma una importante iniziativa sportiva, un’occasione gratuita aperta a tutti, che rispetta l’ambiente e permette ai partecipanti di esplorare paesini e borghi, di attraversare strade, piazze e boschi semplicemente pedalando in sella alla propria bicicletta, un mezzo di trasporto leggero e rispettoso dell’ambiente.  Il nascente gruppo ha un bellissimo logo, nel quale sono raffigurati due ciclisti che pedalano all’interno della goccia di sangue del logo della nostra Fidas regionale ideato e disegnato da Roberta Fanti, donatrice valdostana della Fidas.   Invitiamo gli interessati a seguirci sulla pagina Facebook e Instagram “Metti in sella il dono del sangue con Fidas VdA” oppure su www.fidasvda.it .  I Donatori di sangue valdostani della FIDAS ringraziano vivamente Alessandro Delfino titolare della “Bicicletteria di Delfo” ubicata in via IV Novembre ad Aosta, che oltre alla sua disponibilità associativa offre ai Donatori di sangue FIDAS la possibilità di riparazioni in giornata e altro da concordare direttamente in negozio.

Unisciti a noi, partecipa, diventa un periodico e responsabile donatore di sangue, offri con il tuo gesto civico speranza di vita a tantissimi trapiantati e pazienti.  Ti aspettiamo in FIDAS !

Il Presidente

Giuseppe Grassi

METTI IN MOTO IL DONO

Aosta Courmayeur: 40 km in moto per promuovere il dono responsabile e periodico del sangue


I Donatori di sangue della FIDAS Valle d’Aosta e la XX Delegazione dell’International Police Association della Valle d’Aosta (IPA) comunicano che Sabato 10 settembre 2022 si è tenuta  per il secondo anno consecutivo la passeggiata motociclistica “Metti in modo il dono”.

Una iniziativa riuscitissima e partecipata, accompagnata da una bellissima giornata di sole, che ha attraversato una parte della Valle d’Aosta con l’obiettivo di raccogliere gli appelli lanciati dal Centro Nazionale Sangue, volti ad aumentare le azioni di sensibilizzazione sull’importante tema della donazione del sangue promuovendo stili di vita rispettosi della propria e altrui vita diffondendo una responsabile e generosa coscienza civica. 

L’iniziativa  godeva del patrocinio della Regione Autonoma Valle d’Aosta, del Comune di Aosta e del Comune di Courmayeur, in collaborazione con il Vespa Club di Aosta, Vespa Club di Saint Vincent, il  Moto club Star Motor Events Valle d’Aosta.

L’allegra e spiritosa carovana partita verso le ore 10:30 all’ombra dell’Arco di Augusto vedeva ai nastri di partenza 58 partecipanti in sella a 47 moto e 6 vespe che ha attraversato i comuni di Aosta, Sarre, Saint Pierre, Arvier, Avise, La Salle, Morgex, Pre-Saint-Didier e Courmayeur per un totale di circa 40 chilometri.

I centauri hanno indossato il gilet giallo alta visibilità Bikers fornita da Fidas e seguendo la moto apripista guidata da Lorenzo Chiodo presidente IPA Valle d’Aosta, hanno percorso la Statale 26 fino a Courmayeur, percorrendo scorci unici della nostra bellissima regione costeggiando la Dora Baltea esaltando un territorio meraviglioso e generoso per promuovere e diffondere l’importanza del dono del sangue. Alle ore 13 infine, imbracciati i caschi, la preghiera e la benedizione di don Gregorio Mrowczynski ha anticipato il pranzo presso il Patinoir di Courmayeur, concludendo nel migliore dei modi la giornata.  

I Donatori di sangue della Fidas valdostana attraverso il presidente Giuseppe Grassi esprimono grande soddisfazione per l’ottima riuscita dell’evento, manifestano un sentito ringraziamento a tutti i donatori e volontari FIDAS della Federata “San Michele Arcangelo”, dell’Associazione Donatori Volontari “Silvy Parlato” e del Gruppo Donatori di sangue FIDAS della Polizia Penitenziaria di Brissogne “Antonio Santoro” che sono intervenuti in sella alle loro due ruote.

Un plauso va al grande impegno e lavoro svolto dal Coordinamento Giovani valdostani della FIDAS e un sentito ringraziamento ai motociclisti e vespisti dei moto e vespa club intervenuti.

Manifestano gratitudine al Sindaco di Aosta e di Courmayeur, ai diversi rappresentanti delle istituzioni regionali e locali presenti, al Questore di Aosta, al Comandante dei Carabinieri della Stazione di Courmayeur, della Sottosezione della Polizia Stradale di Courmayeur, alla Polizia Locale di Aosta e Courmayeur, al parroco di Courmayeur don Gregorio Mrowczynski.

Un grazie particolare la Fidas valdostana lo rivolge al presidente nazionale Fidas Giovanni Musso che in sella alla sua moto, giunto da Imperia appositamente, ha partecipato alla tappa valdostana manifestando vicinanza e premiando con la sua presenza il lavoro svolto dai donatori Fidas in Valle d’Aosta.

“Questa passeggiata in moto”, conclude il Grassi, “ è un tour che unisce idealmente tutti i campanili d’Italia ed esalta il gesto civico e silenzioso dei donatori di sangue. Complici le due ruote, abbiamo veicolato stili di vita corretti, il rispetto delle regole e l’importanza del dono del sangue, lanciando un accorato appello affinché, chi ancora non lo fosse, diventi un periodico e responsabile donatore di sangue.  Donare il sangue, significa donare vita, chi volesse unirsi a noi e diventare un responsabile e periodico donatore di sangue della FIDAS valdostana può contattarci al 3387952709 oppure seguirci sul sito internet www.fidasvda.it altrimenti sui profili Facebook, Twitter, Instagram e LinkedIn. 

Il Presidente

Giuseppe GRASSI

Asta in Piazza 2022

Inserita nel cartellone estivo Communété e sostenuta dal Comune di Aosta, la kermesse sportiva internazionale Asta in Piazza, in programma sabato 2 luglio, torna nel salotto cittadino di piazza Chanoux dopo il lungo periodo di stop collegato alla pandemia. Assieme all’Amministrazione comunale ci siamo proposti l’ambizioso obiettivo di costruire un evento che potesse unire lo sport, il territorio e l’attenzione al nostro tessuto più nobile, il mondo dell’associazionismo e delle onlus. L’intenzione è proporre una festa della ripartenza, per unire Aosta e gli aostani, coinvolgere i suoi tanti turisti e trasmettere al di fuori del nostro territorio una cartolina promozionale grazie alla diretta streaming della competizione che sarà veicolata sul web dalla pagina facebook di Asta in Piazza Aosta.

ASTA IN PIAZZA – La Competizione sportiva

Il salto con l’asta è la specialità dell’atletica leggera più spettacolare. Questa disciplina, complessa, affascinante e funambolica si basa comunque su regole facilmente comprensibili: vince l’atleta che salta più in alto. Aosta ha già potuto apprezzare in diverse occasioni le gesta dei grandi interpreti della specialità. Protagonisti dell’Asta in Piazza di Aosta sono atleti con capacità fuori dal normale, con un bagaglio di esperienze sportive di altissimo livello, con partecipazione a Campionati Mondiali e Giochi Olimpici. La gara internazionale di Aosta è inserita nel calendario della Fidal, la federazione di atletica nazionale e affiliata alla World Athletics, l’organismo mondiale.

Questa stagione risulta essere incredibilmente complicata perché a causa dell’emergenza sanitaria si è creata una sovrapposizione di appuntamenti internazionali mai avvenuta prima, che concentra nel breve volgere di poco più di un mese tre grandissimi eventi, i Giochi del Mediterraneo in programma ad Orano in Algeria dal 30 giugno al 3 luglio; i Mondiali di Atletica in programma a Eugene (USA) dal 15 al 24 luglio e gli Europei che si svolgeranno a Monaco di Baviera (GER) dal 15 al 21 agosto. Proprio per la competizione continentale i risultati che saranno conseguiti sulla pedana di Aosta saranno validi quale pass per i prossimi Europei.

Chi saranno i protagonisti di Asta in Piazza di Aosta, in programma sabato 2 luglio a partire dalle ore 21:00 in Piazza Chanoux. Non siamo ancora nella condizione di svelare i nomi perché una stagione così complessa si porta dietro tante variabili e ancora diverse competizioni. Per superare questo limite all’inizio della prossima settimana seguirà un comunicato, ma possiamo garantire che sarà sicuramente un’offerta internazionale di altissimo livello, sia per la gara femminile che maschile. È bene ricordare che nel prossimo fine settimana si concentrano in Europa diversi campionati nazionali tra cui quello italiano in programma a Rieti. Stiamo lavorando per un grande colpo, forse più d’uno. Per riuscirci sarà necessaria anche una bella dose di fortuna, anche se il tutto deve essere preparato al meglio per poter permettere ai campioni di mostrare tutto il loro talento.

ASTA IN PIAZZA – Progetto solidarietà

Una festa per essere tale deve essere partecipata. Fai fare un salto alla solidarietà è lo slogan scelto per unire lo sport, la città e le tante persone che in maniera volontaristica si adoperano nelle associazioni. Per questo, per un grazie ai tanti che si adoperano sotto traccia quotidianamente, si è pensato unire all’evento sportivo una giornata di raccolta fondi utile a sostenere e fare conoscere le tante realtà attive in regione, proponendo una formula innovativa e accattivante approfittando dell’Asta in Piazza.

Tredici sono le associazioni che sono state coinvolte e hanno aderito al progetto: ALICE (Associazione per la lotta all’Ictus celebrale), LES AMIS DU COEUR (Associazione per la prevenzione delle cure cardiovascolari), AVD1 (Associazione Valdostana Diabetici di Tipo1), LILT (Lega Italiana per la lotta contro i tumori), AVAPA (Associazione Valdostana Protezione Animali), ASPERT (Associazione per tutti), FONDAZIONE SISTEMA OLLIGNAN (Associazione che supporta le famiglie con portatori di handicap), AVP (Associazione Valdostana Paraplegici), CENTRO DONNE CONTRO LA VIOLENZA, UNICEF (Fondo Nazioni Unite per l’Infanzia), FIDAS (Federazione Regionale dei Donatori di Sangue), AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla), LA CASA DI SABBIA (A difesa delle famiglie con bambini disabili).

Com’è strutturata la giornata

Durante il pomeriggio, a partire dalle ore 15:30 e fino alle 19:30, le associazioni avranno un loro spazio in piazza Chanoux per farsi conoscere e proporre oltre ai loro gadget alcune confezioni di dolci prodotti dal panificio della casa circondariale di Brissogne. Per supportare in maniera fattiva la raccolta fondi ci saranno dei posti a sedere proposti a fronte di un’offerta libera di 20€. Si unisce anche, tra la gara femminile e quella maschile, una riffa, con oggetti messi all’incanto che alzeranno il valore della raccolta. Inoltre ogni onlus sarà abbinata a uno dei saltatori con l’asta impegnati nella competizione, diventando per una sera gli ambasciatori delle associazioni, concorrendo grazie ai loro piazzamenti e alle loro prestazioni a un montepremi a loro riservato.

Così ci prefiggiamo chiudere il cerchio, tornando a festeggiare il ritorno alla libertà, aiutare le associazioni e offrire in piazza una grande serata di sport.

 

 

 

World Blood Donor Day 2022

Giovedì 9 giugno 2022 alle ore 18 presso la sala riunioni della 67^ federata FIDAS Valle d’Aosta” San Michele Arcangelo” in via Lucat 2/A ad Aosta, i Donatori di sangue della FIDAS celebrano il World Blood Donor Day. Evento istituito nel giugno del 2004 dall’Organizzazione Mondiale di Sanità in occasione della ricorrenza della nascita di Karl Landsteiner scopritore sanguigni e coscopritore del fattore RH per ringraziare tutte le Donatrici e Donatori di sangue del mondo.

L’incontro moderato da Roberta Carla Balbis, membro del Direttivo regionale e Vice Presidentessa regionale FIDAS, vede il saluto iniziale di Giuseppe Grassi presidente valdostano dei Donatori di sangue della Fidas e gli interventi del Questore di Aosta Ivo Morelli, della Vice Sindaca di Aosta Josette Borre, del Direttore del Servizio di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale dell’Azienda USL della Valle d’Aosta Pierluigi Berti, del presidente del CSV Claudio Latino, del presidente regionale AVIS Angelo Vancheri, della presidentessa dello Zonta Club Valle d’Aosta Laura Lodi, del presidente della XX Delegazione IPA Valle d’Aosta Lorenzo Chiodo e della Referente giovani del FAI Valle d’Aosta Caterina Pizzato.

“Con questa iniziativa” – afferma Giuseppe Grassi presidente valdostano della FIDAS – “ abbiamo voluto coinvolgere Volontariato e Istituzioni per unirci idealmente dai piedi delle Alpi a tutti i Donatori di sangue del pianeta per sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza della donazione di sangue e soprattutto, per sottolineare l’impegno fondamentale di chi, gratuitamente, periodicamente, volontariamente e responsabilmente compie questo gesto solidale a favore di tanti pazienti e trapiantati.
nascita di Karl Landsteiner, scopritore dei gruppi sanguigni e coscopritore del fattore RH per ringraziare tutte le Donatrici e Donatori di sangue del mondo.
Dopo Roma nel 2021, sarà Città del Messico a ospitare l’evento globale di quest’anno legato al World Blood Donor Day. Ancora una volta l’obiettivo è quello di richiamare l’attenzione su quanto le donazioni volontarie rafforzino la solidarietà all’interno di ogni comunità, ringraziare i donatori di sangue nel mondo e creare una più ampia consapevolezza pubblica della necessità di una donazione di sangue regolare e non retribuita”.

Per la Journee mondiale du donor de sang fidas valdostana 2022 il Direttivo regionale dei Donatori di sangue della FIDAS invita tutta la cittadinanza a partecipare all’iniziativa, quale testimonianza forte di una comunità solidale e sensibile al cospetto del grande valore sociale del dono del sangue.

In occasione di questo importante appuntamento mondiale la Fidas valdostana, ha chiesto a volontari e donatori “di metterci la faccia”, di registrare un piccolo video con un messaggio incisivo ma semplice, in italiano o in qualsiasi altra lingua, per promuovere il dono del sangue e lanciare un accorato appello ad Amici, Amiche, Colleghi e Conoscenti affinché diventino responsabili Donatori di sangue periodici.

 

Tutti i video saranno poi pubblicati dal 9 al 14 giugno sulle nostre piattaforme on line ( Facebook, Twitter, Instagram LinkedIN ) e sul sito internet www.fidasvda.it

Per info e adesioni 3387925709 pres.fidasvda@gmail.com www.fidasvda.it oppure seguiteci su Facebook, Instagram, Twitter, Google+ Linkedln

 

TRE GIOVANISSIMI DELEGATI VALDOSTANI PARTECIPERANNO AL 60° CONGRESSO NAZIONALE FIDAS

Il giovanissimo presidente dei Donatori di sangue della FIDAS Giuseppe Grassi guiderà la delegazione valdostana che parteciperà dal 2 al 4 giugno 2022 al 60° Congresso Nazionale FIDAS e alla 40° Giornata Nazionale del Donatore di sangue FIDAS in programma il 5 giugno 2021 a Catania. Unitamente al presidente condivideranno l’esperienza dei lavori congressuali FIDAS, Nadia Cirella referente sport e componente del Direttivo regionale FIDAS e Anna Mele Coordinatrice regionale dei Giovani FIDAS valdostani.

“ Siamo una rappresentanza giovane, motivata e formata da tutti i donatori di sangue – continua il presidente Grassi – che partirà alla volta di Catania per testimoniare con orgoglio e con autorevolezza la presenza FIDAS ai piedi del Monte Bianco. Si tratta di una realtà che in questi quindici anni è cresciuta e si è ramificata con passione civica, avendo come unico obiettivo la promozione della cultura del dono del sangue. Sarà una partecipazione attenta, di conoscenza e di confronto con i Delegati nazionali e regionali Fidas, con i rappresentanti delle diverse Istituzioni che interverranno affrontando dibattiti e temi che ruotano nel mondo del Terzo Settore, attorno al sistema sangue in Italia e nel mondo.”

La delegazione, reduce dal precedente Congresso nazionale Fidas celebrato in Valle d’Aosta nel settembre dello scorso anno, rappresenta un serio e responsabile impegno civico associativo del dono del sangue, oltre a essere espressione e portatrice di valori e principi etici nei quali i donatori di sangue valdostani della FIDAS si riconoscono, come la volontarietà, la gratuità, la generosità e la responsabilità. Tanti e interessanti saranno i motivi e gli spunti di confronto con i colleghi volontari e donatori Fidas provenienti da ogni parte d’Italia, con i coordinatori Giovani delle varie Federate, con i rappresentanti delle Istituzioni locali, del Ministero della Salute, del Centro Nazionale Sangue, delle Strutture regionali di Coordinamento, dei rappresentanti delle società scientifiche e di Medicina trasfusionale, così come delle industrie farmaceutiche impegnate nella lavorazione e produzione di farmaci plasmaderivati.

“La partecipazione al Congresso nazionale FIDAS ci riempie di gioia, incontreremo nuovamente con piacere tantissime Amiche e Amici Fidas. Siamo orgogliosi di rappresentante il calore dei tantissimi donatori Fidas valdostani e sarà grande la voglia di vivere questa esperienza come una bellissima occasione valoriale attraverso la quale portare a casa conoscenze, informazioni, emozioni, volti ed energie nuove per continuare a modulare un’attenta e puntuale attività di promozione e diffusione della cultura del dono del sangue in Valle d’Aosta”.

Il Presidente Giuseppe Grassi