Vincolo di gemellaggio con la Federata Fidas Partenopea

L’Associazione Donatori Volontari Sangue “San Michele Arcangelo” 67^ Federata FIDAS Valle d’Aosta guidata da Rosario Mele, informa che venerdì 28 settembre 2018, in occasione della ”Giornata del Donatore 2018 “ che si celebrerà a Baia di Napoli alle ore 20:00 presso Villa Rossana in via Petronio 1, sancirà un forte vincolo di gemellaggio con la Federata Fidas Partenopea presieduta da Gennaro Carotenuto.

Un legame utile per sviluppare strette relazioni associative e promuovere comuni iniziative di diffusione della cultura della donazione gratuita, anonima e periodica del sangue e dei suoi componenti. Un’amicizia che sarà il solco all’interno del quale cresceranno e si alimenteranno relazioni umane, culturali, di solidarietà tra due realtà associative di Donatori di sangue FIDAS geograficamente lontane ma fortemente legate da un saldo impegno di prossimità. Idealmente metteremo insieme l’anima e il cuore di città diverse, uniremo l’impegno responsabile di cittadini donatori, di mare e di montagna, distanti
centinaia di chilometri per disegnare una solidarietà del dono forte e transregionale.

I due Presidenti, unitamente ai Direttivi dei Donatori, si assumono l’impegno di mantenere contatti vivi e permanenti tra le due federate di Donatori, per favorire sentimenti di amicizia e la migliore collaborazione per concorrere al raggiungimento dell’autosufficienza regionale e nazionale di sangue ed emoderivati, di perseguire con determinazione livelli di qualità e di sicurezza per la tutela dei donatori e dei trasfusi. All’evento parteciperanno: Aldo Ozino Caligaris Presidente Nazionale Dei Donatori di sangue FIDAS, Pierfrancesco
Cogliardo Vice Presidente FIDAS Centro Sud e Isole, Michele Vacca Direttore SIT Campania “Ospedale Cardarelli “, Bruno Zuccarelli Direttore Dimti Napoli 1 centro, Direttore SIT Ospedale dei Colli, Cosimo Nocera Direttore SIT O.S. Giovanni Bosco, Gaspare Leonardi Direttore SIT O.S. Paolo.
Inoltre saranno presenti i rappresentanti delle Federate FIDASCampania: Ciro Caserta della FIDASAtan, Salvatore di Giacinto FidasMarcianise, Francesco Russo FIDASCaserta, e Luigi Trani FIDASIschia.

La Delegazione dei Donatori di sangue della FIDAS Valle d’Aosta è composta dal presidente regionale Carla Buzzelli e dai componenti del Direttivo Severino Cubeddu, ex presidente dell’ADVS “ San Michele Arcangelo” Giuliana Bordigoni e Anna Petitjaques ( vice presidente ADVSO “ Silvy Parlato ). La Delegazione valdostana avrà il piacere e l’onore di recapitare messaggi di saluti del Presidente della Regione Valle d’Aosta avv. Nicoletta Spelgatti, del Presidente del Consiglio regionale della Valle d’Aosta dott. Antonio Fosson, dell’Assessore regionale alla Sanità, salute e politiche sociali dott.ssa Certan Chantal, e del dott. Pierluigi Berti, Presidente della SIMTI Società Italiana di Medicina Trasfusionale e Immunoematologia e Direttore del Servizio di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale dell’Azienda USL della Valle d’Aosta.

Gennaro Carotenuto, pres. Della federata Fidas

Lo sapevi che… donare sangue abbatte ogni differenza di razza, colore, religione, lingua e sesso.

Il sangue è un patrimonio collettivo a disposizione di tutti che viene alimentato dalla collettività stessa, il sangue non ha distinzioni di razza, colore e religione…il sangue è per tutti e tutti possono donare facendo la differenza.

Hai tra i 18 anni ? Sei in buona salute e conduci uno stile di vita sano? 

COSA ASPETTI?

DIVENTA DONATORE E SALVA DELLE VITE, UN PICCOLO GESTO CHE PER MOLTI VUOL DIRE…VITA

Per ricevere informazioni su come diventare donatore puoi contattarci al numero 347/6152596 – 348/8418095, anche su WhatsApp ????

Lo sapevi che…donare sangue mette in circolo amore per la tua e altrui vita?

Donare il sangue è un gesto di grande Amore per il prossimo e per se stessi, un gesto che salva delle vite, migliora la condizione di vita delle persone che lo ricevono e aumenta la nostra autostima e la percezione di noi stessi all’interno della società.

Quali sono i requisiti per donare il sangue?

  • Età minima per donare 18 anni
  • Età massima 65 anni
  • Peso minimo 50kg
  • Stato di salute buono

Cosa aspetti? Prima di partire per le vacanze compi un gesto di amore e compassione verso il prossimo: Diventa Donatore, dona il tuo Sangue.

Per ricevere informazioni su come diventare donatore puoi contattarci al numero 347/6152596 – 348/8418095, anche su WhatsApp 🙂

 

Donare il sangue è un gesto Volontario e Gratuito

Donare il sangue è un gesto VOLONTARIO e GRATUITO, è su queste basi che si poggia il sistema trasfusionale Italiano.

Perchè in Italia non è possibile ricevere una somma di denaro in cambio di donazioni di plasma? 

La domanda sorge spontanea ma la spiegazione arriva rapidissima, in Italia la donazione è gratuita per i seguenti motivi:


Il sistema trasfusionale si poggia e viene gestito dal Servizio Sanitario locale e nazionale e di conseguenza non può essere oggetto di transazioni commerciali.


E’ un dono e come tale deve essere fatto in maniera del tutto gratuita e senza aspettarsi un rendiconto personale.


I volontari non hanno nessun motivo per mentire riguardo la loro l’idoneità perchè non hanno nessun scopo di lucro e desiderano soltanto aiutare il prossimo, questo garantisce una maggiore sicurezza.


In questo modo non si rischia che un individuo desideroso di guadagno doni più sangue del limite consentito e non rispetti il tempo imposto tra una donazione e l’altra, il sistema volontario e gratuito permette una maggiore tutela sia del donatore sia di chi riceve.


L’Italia dal punto di vista delle donazioni è autosufficiente dal 2000. Questo significa che, a livello nazionale, l’Italia, dal 2000, non ha più bisogno di importare dall’estero emazie concentrate (globuli rossi) o plasma. Tutto questo grazie alla generosità dei tantissimi volontari che tutti i giorni allungano un braccio e donano sangue


 

Per info e adesioni: Donatori sangue Fidas Valle d’Aosta 3476152596 – 348/8418095

X° Torneo di calcio a sei “Io amo la vita” Memorial Claudio Erisi

Roisan 7 e 8 luglio 2018 X° Torneo di calcio a sei “Io amo la vita” Memorial Claudio Erisi, organizzato dalla Lega Italiana Fibrosi Cistica onlus Valle d’Aosta.
“Donatori di sangue Fidas Valle d’Aosta”:
1 Mafrica Giorgio
2 Cetara Francesco
3 Cavallo Pasquale
4 Sangineto Antonio
5 Pinelli Valerio
6 Fioretti Manuel
7 Catania Silvestro 8 Panto’ Angelo
9 Barbieri Maurizio 10 Marsilio Vincenzo
Mister Francesco Voce

Solidarietà, divertimento e promozione della cultura del dono  ⚽️

 

Donare sangue fa crescere il senso di comunità

Il senso di comunità è uno dei valori che maggiormente dobbiamo impegnarci a trasmettere ai più giovani in quanto è alla base di una società equilibrata e appagata.

Il termine Senso di Comunità si riferisce a “la percezione di similarità con altri, una riconosciuta interdipendenza, una disponibilità a mantenere tale interdipendenza offrendo o facendo per altri ciò che ci si aspetta da loro, la sensazione di appartenere a una struttura pienamente stabile e affidabile”

Fare del bene e aiutare il prossimo ci aiuta a sentirci parte di qualcosa che va oltre la nostra esistenza di individui e ci rende capaci di sviluppare un giusto senso della comunità intesa anche come comunione di valori e principi ( fare per gli altri ciò che ci si aspetta da loro ).

Donare il sangue e aiutare così chi ne ha bisogno è un gesto anonimo e gratuito di solidarietà verso il prossimo che può migliorare la nostra autostima di individui e far crescere così il senso di comunità.

Secondo una ricerca dell’Università della California, aiutare gli altri non è solo una questione di compiere una buona azione ma fa anche bene al cervello. E’ stato scoperto infatti che un gesto di solidarietà comporta dei benefici per la salute e riduce lo stress.

Fare buone azioni rende più felice chi le compie.

Lo studio, pubblicato su Psychosomatic Medicine, ha dimostrato che, aiutare gli altri, attiva l’area dello striato ventrale e settale, regioni del nostro cervello legate solitamente al comportamento materno e alla socializzazione.
Nello stesso modo si riduce poi l’attività dell’amigdala, l’area cerebrale legata allo stress. Tutto questo, secondo gli studiosi, ridurrebbe la nostra tensione emotiva.

Donare il sangue per aiutare chi ne ha bisogno è un gesto anonimo e gratuito di solidarietà verso il prossimo che contribuisce a migliorarci come individui e far crescere il senso di comunità intesa anche come comunione di valori e principi che spingono l’individuo ad aiutare i membri della propria comunità.

Diventa donatore e tendi un braccio alla vita

Roberta Carla Balbis Nuovo Presidente Zonta Club Aosta

I Donatori di sangue della Fidas Valle d’Aosta esprimono i più vivi e affettuosi complimenti a Roberta Carla Balbis per il suo nuovo incarico che la vedrà impegnata nella veste di presidente dello “Zonta Club Valle d’Aosta”, organizzazione leader a livello mondiale di donne professioniste che mira a sostenere le donne attraverso il servizio ed il patrocinio.
Roberta succede a Patrizia Carradore, donatrice Fidas. Il passaggio delle consegne è avvenuto Lunedì 18 giugno alle ore 18,30 presso la sala riunioni del piano terreno dell’Hostellerie du Cheval Blanc, di Aosta.

Il Direttivo regionale Fidas insieme a tutti i Donatori ti augurano buon lavoro.

 

Ogni volta che Doni Salvi tre Vite

Oggi, 14 Giugno 2018 è la giornata mondiale del donatore di sangue. Questa iniziativa è stata istituita nel 2004 in occasione del 14 giugno, data di nascita dello scopritore dei gruppi sanguigni, Karl Landsteiner. E’ un’occasione per sottolineare il grande valore sociale ed umano di tale gesto e per ribadire l’importanza di garantire ovunque la disponibilità di donazioni gratuite e periodiche.

“Be there for someone else. Give blood, share life” (in italiano “Sii disponibile per qualcun altro. Dona sangue e condividi la vita”): è lo slogan della Giornata Mondiale del Donatore 2018.

Nel mondo Ogni 2 secondi qualcuno ha bisogno di una trasfusione di sangue

Donare il sangue è un gesto di amore verso il prossimo, verso la vita in generale e anche verso noi stessi, donare fa bene alla salute del donatore e permette di monitorare la propria condizione fisica grazie ai molteplici accertamenti a cui si è sottoposti .

Lo sapevi che ogni donazione SALVA 3 VITE?
Ogni anno nel mondo ci sono 108 milioni di donazioni, ognuna può salvare 3 vite.
Da ogni sacca di sangue intero donata possono essere prodotte fino a 3 nuove sacche mediante separazione degli emocomponenti: concentrati eritrocitari, concentrati piastrinici, plasma. Alcune persone che soffrono di patologie legate al sangue  necessitano in maniera periodica o addirittura giornaliera di trasfusioni, ecco perchè la donazione volontaria, periodica e gratuita ha un così grande valore.

Festeggia con la Fidas Vda la giornata mondiale del donatore di sangue, vi aspettiamo numerosi il 15 giugno 2018 alle ore 20:30, presso il Teatro della Cittadella dei Giovani in via Garibaldi ad Aosta.

 

GIORNATA MONDIALE DONATORI DI SANGUE 2018

Il 15 giugno 2018 alle ore 20:30, presso il Teatro della Cittadella dei Giovani in via Garibaldi ad Aosta, i Donatori di sangue della Valle d’Aosta hanno celebrato la Giornata Mondiale del Donatore di sangue svoltasi il 14 Giugno 2018.

Ricordiamo che tale evento è stato istituito nel giugno del 2004 dall’Organizzazione Mondiale di Sanità in occasione della ricorrenza della nascita di Karl Landsteiner, scopritore dei gruppi sanguigni e coscopritore del fattore RH.

I protagonisti della kermesse sono stati i volti, le emozioni, gli occhi e le suggestioni di tanti giovani artisti e talenti valdostani che si sono alternati in uno spettacolo live denominato “Giovani Fidas valdostani con la musica nel sangue”.

Una serata festosa per ringraziare tutti i Donatori di sangue che silenziosamente compiono un gesto civico importante con l’obiettivo di promuovere e diffondere la cultura del dono del sangue.
La Journee mondiale du donor de sang fidas valdostana 2018 ha avuto come protagonisti i gruppi: “Big Band” formata da giovani del Liceo musicale di Aosta, “Water in Us” e il “Coro giovanile di Roisan” diretto da Michela Gorrè.

La prima esibizione della serata è stata quella dei “Big Band”

“Big Band”

Si sono esibiti poi il duo “Water in Us” con Fosco Zambon al pianoforte e voce di Natalia Crema.

Infine,  il “Coro Giovanile” di Roisan formato da Greta, Annie, Stephanie, Miriel, Fannye, Enrica, Fatima, Amina, Elisa, Chiara e Davide – pianista Denise, chitarrista Alessandro detto Pino e magistralmente diretto dalla Maestra Michela Gorré

Questo importante appuntamento ha visto la nascita di un gruppo unico in Valle d’Aosta e molto originale, formato da giovanissimi ragazzi non ancora diciottenni denominato “Blood Mood”. Il Gruppo verrà adottato e seguito con particolare attenzione dal Direttivo Regionale FIDAS, che accoglierà queste ragazze e ragazzi accompagnandoli in un percorso di formazione e informazione per renderli, al compimento del 18mo anno di vita, consapevoli e periodici Donatori di sangue.

“Blood Mood”

Grazie a tutti coloro che si sono uniti alla Fidas Vda per festeggiare la Giornata Mondiale del Donatore di sangue e ai tanti donatori di sangue che ogni giorno compiono il gesto anonimo e volontario della donazione.

 

 

 

Rosario Mele fondatore Donatori Sangue FIDAS Valle D’Aosta riceve il cavalierato

In occasione delle celebrazioni per il 72° anniversario della proclamazione della Repubblica sabato 2 giugno a Palazzo regionale, nella sala Maria Ida Viglino saranno insigniti delle onorificenze dell’Ordine al Merito della Repubblica italiana: Gustavo Ferrone, nel ruolo di Commendatore, Paola Mariarosaria Napolitano, Francesca Squillaci, Pasqualino Azzaro, Rosario Mele e Salvatore Radizza nel ruolo di Cavalieri.

Ammirevole è l’operato di tutti coloro che avranno l’orgoglio di ricevere una simile onorificenza, ma noi di Fidas Valle d’Aosta dobbiamo ringraziare in particolare Rosario Mele per l’impegno costante che ha portato avanti nel corso degli anni nei confronti della promozione e della diffusione del dono del sangue.

Chi è Rosario Mele 

Nella vita privata è un marito e un padre amorevole, nella vita professionale svolge il ruolo di Sovrintendente Capo Tecnico Infermiere della Polizia di Stato e opera presso la Questura di Aosta. Di grandissimo rilievo sono i suoi impegni nell’ambito della donazione del sangue  tanto da meritare la carica di Cavaliere della Repubblica. Dal 2007 a oggi il suo impegno è stato costante e di grande rilievo per tutta la comunità:

Nel 2007 ha promosso e fondato l’Associazione Donatori Volontari Sangue ed emocomponenti “San Michele Arcangelo”, 67^ Federata Fidas, appartenenti alla Polizia di Stato e Personale Civile dello Stato in servizio in Valle d’Aosta, della quale ha ricoperto l’incarico di Presidente da 15 maggio 2007 al 3 giugno 2010 e dal 14 giugno 2016 ad oggi.

Dal 4 giugno 2010 al 13 giugno 2016 ha ricoperto la carica di Presidente dell’Associazione donatori di sangue Fidas Valle d’Aosta

Attualmente
Presidente della San Michele Arcangelo, 67^ Federata Fidas.
Presidente della XX Delegazione Valle d’Aosta dell’International Police Association.
Socio dell’Associazione Nazionale Polizia di Stato Sezione “Adolfo La Bernarda“ Valle d’Aosta.

Noi tutti di Fidas Vda, soci, direttivo e redazione non possiamo che ringraziare Rosario Mele per l’impegno dimostrato in tutti questi anni, l’umiltà con cui ha portato avanti la missione di volontariato si evince dalle sue parole:

Senza il coinvolgimento dei donatori non avrei mai fatto nulla

Grazie DI TUTTO !